Risk Management & Corporate Governance

La gestione del rischio ha una valenza sia strategica che operativa. Redditività, leverage e rischio sono fattori strategici interdipendenti: la determinazione del valore monetario e della natura del rischio sono la premessa per disegnare la struttura economica e finanziaria del gruppo e delle sue filiali. La gestione operativa del rischio è relativa all’adozione delle coperture idonee al rispetto dei limiti di rischio fissati e alla definizione delle procedure di reporting per l’attività di controllo. I tre aspetti principali del risk management sono il rischio di credito, il rischio di mercato e il rischio di liquidità: ognuna di queste tipologie è analizzata e gestita con strumenti e modelli appropriati. Un’attenzione particolare è rivolta all’area fiscale e al rischio relativo alla compliance della normativa sul transfer pricing.

In particolare, il ns. team "risk management" affianca il Cliente nelle seguenti attività:

Sistemi integrali per la gestione del rischio del gruppo e delle filiali: quantificazione monetaria del rischio, valutazione dell’impatto sulla liquidità del gruppo, fissazione dei limiti di rischio, revisione della struttura economica e finanziaria, procedure di reporting e controllo.

Risk management e governance: predisposizione di procedure di fissazione dei limiti di rischio e metodologie di controllo.

Funds Transfer Pricing (FTP): gestione del rischio di liquidità dei gruppi o delle società multi-business

Gestione del rischio di credito: quantificazione monetaria del rischio, sistemi di rating delle controparti basati sulle probabilità di insolvenza, matrici di transizione, fissazione dei limiti di rischio e delle politiche del credito.

Gestione del rischio di mercato: quantificazione monetaria del rischio, modelli econometrici per le previsioni di mercato, sistemi di copertura del rischio.

Sistemi di misurazione risk-adjusted.

Rischio fiscale e transfer pricing. Il nostro framework di valutazione del rischio fiscale è basato sulle strategie utilizzate dalle amministrazioni finanziarie per la programmazione degli audit. In funzione del profilo di rischio dei soggetti e dei punteggi attribuiti è possibile calcolare un indicatore di rischio fiscale. Con particolare riferimento al transfer pricing, ipotizzando gli atteggiamenti delle amministrazioni finanziarie, possiamo determinare sia il prezzo che minimizza il rischio per il gruppo, sia il livello di rischio al quale il gruppo è esposto.